Home Attualità Firenze, tirocinanti in attesa dello sblocco dei fondi Europei

Firenze, tirocinanti in attesa dello sblocco dei fondi Europei

0
SHARE

In Toscana, quattro giovani su dieci, dopo uno stage riescono a strappare un contratto al datore di lavoro. Una bella fatica per ottenere un tirocinio remunerato, spesso con poche centinaia di euro, nonostante i finanziamenti concessi dall’UE.

Il 35% dei 7400 ragazzi toscani che, grazie al progetto Giovanisì, nel 2015 si sono visti riconoscere il diritto al finanziamento pubblico per il tirocinio stanno ancora aspettando lo sblocco dei fondi. Sono 2600 i ragazzi in attesa dei soldi senza i quali non potranno accedere all’esperienza formativa che spetta loro.

Firenze tirocinio: oltre 2600 ragazzi in stand-by dal 2015

E ai 2600 giovani in stand-by del 2015 si aggiungono quelli che hanno presentato la domanda a Giovanisì nel 2016. I nuovi bandi sono parti infatti solo nelle ultime settimane. Ma a cosa sono dovuti questi ritardi? Cristina Grieco, assessore regionale alla Formazione e al Lavoro, spiega che non si tratta di un problema di finanziamenti, bensì di smaltimento delle pratiche.

Tuttavia c’è anche un problema strutturale. L’UE eroga i fondi, il ministero del Lavoro distribuisce il denaro, ma poi Regioni e Inps devono fare un doppio lavoro di controllo sulle aziende che sono destinatarie dei finanziamenti. Il risultato è che chiaramente i tempi si allungano. “Servirebbe un database unico il sistema del doppio controllo deve essere superato” ha commentato l’assessore.

Fonte: corriere.it