Home Cronaca Firenze, giallo sulla giovane Ashley: “E’ lui il colpevole”

Firenze, giallo sulla giovane Ashley: “E’ lui il colpevole”

0
SHARE

E’ morta strangolata Ashley, l’americana uccisa venerdì scorso a Firenze. Sulla porta di casa una scritta: “E’ lui il colpevole”, regge l’alibi del fidanzato.

Una storia macabra, un giallo fatto di molti indizi e altrettante incertezze: Ashley Olsen, 35enne americana residente a Firenze in Via  Santa Monica è morta assassinata nel suo appartamento venerdì scorso.

L’avrebbe strangolata con una corda o un laccio il presunto uomo cui Ashley ha aperto la porta durante la notte, di cui si fidava. Era nuda, sul corpo nessun segno di lesioni e di violenza. Nessun segno di effrazione, Ashley non ha avuto il tempo di chiedere aiuto.

Morte di Ashley Olsen, nessuna traccia del cellulare: le indagini si spostano sulle ultime persone che ha visto quella notte

Gli indizi. Sulla porta di casa una scritta in inglese: “Lui è il colpevole“, sarò stata lei? E perchè non scrivere direttamente il nome? Le indagini sono dirottate subito sul fidanzato, Federico Fiorentini, 43 anni, artista fiorentino. E’ stato trattenuto a lungo dagli agenti, che però non hanno riscontrato anomalie nel suo abili. Non sarebbe tra gli indagati. L’uomo ha trovato la fidanzata morta intorno alle 12 di sabato, quando era andato a trovarla insieme alla padrona di casa.

Nessuna traccia del cellulare della vittima, con ogni probabilità portato via dall’assassino. Il medico legale ha effettuato i primi rilievi sul corpo della vittima, per verificare la presenza di alcol o droghe in corpo, segni di violenza sessuale o di lotta. Quest’ultimi non sono stati trovati, perciò si presume un rapporto di intimità con l’aggressore.

Quella notte Ashley era andata con alcune amiche in un noto locale frequentato da molti stranieri a Firenze, e si era trattenuta fin dopo le 2.30 del mattino, dicendo di essere ancora troppo brilla per tornare a casa. Si sarebbe allontana dal night club Montecarla da sola intorno alle 4, da quel momento nessuno l’ha più vista.

Le indagini condotte dal procuratore Giuseppe Creazzo vertono ora sui frequentatori del locale e cercando di ricostruire il percorso che ha condotto Ashley a casa. In questo momento gli inquirenti stanno monitorando le telecamere poste vicino al Ponte Vecchio e nei dintorni dell’abitazione della vittima, un’immagine potrebbe essere fatale per risolvere il giallo.

Fonte: repubblica.it