Home Cronaca Firenze, maxi truffa da 95 milioni. 5 arresti

Firenze, maxi truffa da 95 milioni. 5 arresti

0
SHARE

Una frode fiscale da 95 milioni di euro messa a segno tramite facchinaggio, gestione merci della grande distribuzione e servizi alberghieri in Toscana, nel Lazio, in Emilia Romagna, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta.

Questo è quanto emerge dalle indagini della guardia di finanza di Firenze che stamani nell’ambito dell’operazione “Riso Amaro” ha arrestato, insieme ai colleghi di Vercelli, 5 persone e sequestrato beni per un valore complessivo di 42 milioni di euro. Le misure cautelari sono state richieste dal pm Christine Von Borries.

Maxi truffa: sequestrati beni per 42 milioni di euro. 14 gli indagati

Sono finiti agli arresti domiciliari due coniugi e imprenditori piemontesi, Massimo Savini e Gabriella Ruggia; Riccardo Lo Presti (fiorentino) che operava nel settore delle compagnie di facchinaggio e due commercialisti Giacomo Vivoli e Francesco Paolo Parisi che esercitano rispettivamente a Firenze e Pontassieve. In totale gli indagati sono 14.

Tra i beni sequestrati figurano orologi Rolex, ori e pietre preziose, gioielli Cartier e decine di migliaia di euro in contanti. Stando alla ricostruzione degli inquirenti, al centro della frode ci sarebbero i due commercialisti che gestivano un meccanismo di evasione basato su false fatturazioni derivanti da un utilizzo distorto di quattro cooperative, tre Srl e due consorzi.

Fonte: repubblica.it