Home Cronaca Firenze Tav ok dal ministero per l’utilizzo delle terre di scavo. Rfi:...

Firenze Tav ok dal ministero per l’utilizzo delle terre di scavo. Rfi: “Entro 2 mesi via ai lavori”

0
SHARE

La commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale Via-Vas del ministero dell’ambiente ha dato il consenso per l’utilizzo di terre e rocce da scavo per realizzare il passante ferroviario Alta Velocità di Firenze. È necessario però un nuovo piano di utilizzo terre (Put) che tenga conto di quanto stabilito dal nuovo protocollo operativo di caratterizzazione ambientale.

Nel protocollo sono infatti definite le procedure per la caratterizzazione e il campionamento in corso d’opera delle terre e rocce da scavo prodotte per realizzare il passante di Firenze, con particolare riferimento alla resistenza geotecnica e alla verifica ambientale dei materiali.

Firenze Tav sì per l’uso di terre da scavo, ma serve un nuovo Put

Il principale punto di attenzione del testo è l’utilizzo degli additivi che saranno impiegati nel corso degli scavi. Prima dell’inizio dei lavori il general contractor Nodavia dovrà infatti presentare il piano di utilizzo terre modificato e aggiornato. Il Put sarà quindi sottoposto all’approvazione del Ministero. Arpat effettuerà il monitoraggio in corso d’opera.

Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi, ha spiegato che i lavori per la realizzazione del tunnel dell’Alta velocità fiorentina partiranno entro 2 mesi. La fresa, dice Gentile, ha una grande capacità di lavoro e a regime avanza di 15-20 metri al giorno. Di conseguenza i tempi per lo scavo non dovrebbero essere estremamente lunghi.

Fonte: corriere.it