Home Cronaca Firenze voragine di 200 metri sul Lungarno. Auto inghiottite e palazzi evacuati

Firenze voragine di 200 metri sul Lungarno. Auto inghiottite e palazzi evacuati

0
SHARE

Una situazione complessa, ma sotto controllo. Così il sindaco Dario Nardella definito la voragine di 200 metri che si è aperta stanotte sul Lungarno. Intanto la Procura ha aperto un fascicolo. Si parla di danni per circa 5 milioni di euro.

Il disastro è successo stanotte intorno a mezzanotte e mezzo quando, spiega il sindaco Nardella, ha un tubo e i vigili urbani sono stati chiamati e hanno verificato che si trattava di un tubo dell’acquedotto sul lungarno.

Alle 1.30 è arrivata l’allerta più importante perché a cedere è stato un tubo da 70 centimetri di diametro. Il crollo vero e proprio c’è stato alle 6.14. Ma nonostante la ricostruzione del sindaco rimane da capire poi come la rottura del tubo abbia potuto causare il crollo.

Firenze voragine sul Lungarno: protezione civile e Vigili del fuoco al lavoro per evitare altre frane

Da questa mattina sono al lavoro più idrovore per svuotare la voragine dall’acqua. Dopo il crollo è stata allertata anche la protezione civile della Città metropolitana. Insieme polizia municipale, protezione civile e Vigili del fuoco, stanno lavorando per evitare altri crolli della strada e della spalletta nel tratto di lungarno.

Il problema però come, spiegano i vigili del fuoco, è che l’acqua che fuoriesce dalla tubatura provoca il dilavamento del terreno e di conseguenza l’erosione.

Fonte: rainews.it