Home Cronaca Nubifragio a Firenze: puliscono i profughi

Nubifragio a Firenze: puliscono i profughi

0
SHARE
Nubifragio a Firenze: puliscono i profughi

Utilizzare i rifugiati per ripulire Firenze. È questa la possibilità vagliata nelle ultime ore dal Governatore della Regione Toscana, Enrico Rossi, e dal Sindaco di Firenze Dario Nardella (entrambi esponenti del PD). Un approccio nuovo, e forse anche più produttivo, di gestire l’immigrazione clandestina facendo pulire ai profughi la città che sabato scorso è stata colpita da una straordinaria ondata di maltempo.

Stando a quanto dichiarato dagli uffici della Regione, Rossi si sarebbe già messo in contatto con il Sindaco Nardella per fare il punto dei danni e valutare come affrontare nel migliore dei modi la situazione d’emergenza prodotta dal nubifragio che ha attraversato tutta la Toscana.

La conferma è arrivata ieri sera, quando il sindaco Nardella ha annunciato che i profughi ospiti della Regione Toscana, in particolare quelli che si trovano a Firenze e nei comuni vicini, potranno essere di supporto alla Protezione Civile di Firenze per i primi interventi di pulizia e ripristino a partire dal 3 agosto 2015.

Il sindaco ha precisato che ovviamente tutti i rifugiati saranno coperti in caso di infortunio grazie all’accordo sottoscritto tra la Regione e l’Inail per l’assicurazione per lavori di pubblica utilità. In particolare i profughi saranno utilizzati per il ripristino del verde pubblico.

Nardella ha inoltre dichiarato di aver già concordato con il Presidente Rossi la richiesta dello stato di emergenza. Stando alle ultime dichiarazioni del Sindaco, pare che anche il prefetto di Firenze, Alessio Giuffrida, si sia già mobilitato, richiedendo al governo la sospensione dell’accoglienza per i migranti nella provincia, almeno fino al 10 agosto.

Fonte: lanazione.it