Home Cronaca Vende alcolici a due ragazzine: negozio chiuso per 15 giorni

Vende alcolici a due ragazzine: negozio chiuso per 15 giorni

0
SHARE
Vende alcolici a due ragazzine: negozio chiuso per 15 giorni

“Chen”, commerciante cinese, è ancora nel suo piccolo negozio di via delle Oche, quando alle sei di sera compaiono sulla soglia del minimarket due poliziotti con in mano la notifica di una sanzione. Il negozio è stato chiuso per quindici giorni.

Questo è quanto ha deciso il questore di Firenze, Raffaele Micillo, che ha sospeso la licenza al commerciante, denunciato di aver venduto bevande alcoliche a due ragazzine. La più grande, di 16 anni, è finita al pronto soccorso di Santa Maria Nuova per coma etilico, la più giovane invece (13 anni) se l’è cavata senza conseguenze.

“Non credevo fossero minorenni” si è giustificato il negoziante. “Nel mio negozio entrano uomini donne e bambini” ha spiegato, dicendo che anche volendo non potrebbe chiedere i documenti ai tutti i suoi clienti.

“Quelle ragazze sapevano che è proibito acquistare alcolici e non potevano farlo” continua cercando di discolparsi, ma per legge è vietato vendere alcolici ai minorenni. “Chen” però, in Italia da 10 anni, ha detto di non saperlo. In ogni caso il negoziante se la caverà con una contravvenzione e nessuno strascico penale.

Abuso di superalcolici da parte di minorenni: interviene il sindaco

Intanto, venerdì mattina, il Sindaco Nardella ha incontrato i gestori delle discoteche fiorentine per un confronto sugli eccessi di alcol da parte dei più giovani. “È un passaggio doveroso” fanno sapere da Palazzo Vecchio “gli episodi di abuso di superalcolici ha raggiunto livelli preoccupanti”.

E spesso la responsabilità è dei minimarket, che vendono alcolici dopo l’orario previsto. In passato il Comune aveva posto un freno, fissando il limite per la vendita di alcolici alle 22, ma il Tar ha accolto il ricorso di un commerciante e l’ordinanza è stata sospesa.

Fonte: corrierefiorentino.corriere.it