Home Politica Nardella vende palazzi e monumenti fiorentini

Nardella vende palazzi e monumenti fiorentini

0
SHARE

Dopo il tunnel Tav e il nuovo aeroporto, la principale emergenza urbanistica di Firenze è la mercificazione della città, tramite la vendita (e molto spesso svendita) del patrimonio edilizio pubblico.

Dei 59 immobili che il sindaco Nardella, perfettamente in linea con il decreto legge “Sblocca Italia”, promuoveva durante le fiere internazionali della speculazione finanziario-immobiliare, alcuni sono stati venduti sottocosto.

Ne è un esempio il Teatro Comunale, proprietà della Nikila Invest, è stato acquistato al prezzo di 25 milioni di euro dalla Cassa depositi e prestiti che a sua volta a dicembre 2013 lo aveva rilevato da Palazzo Vecchio per 23 milioni.

Nardella svende Firenze: 12 milioni per palazzo Vivarelli Colonna

Un provvidenziale acquisto natalizio, che all’epoca permise al sindaco Renzi di evitare lo sforamento del patto di stabilità. Il progetto, che prevede la realizzazione di 120 appartamenti in stile “Fifth Avenue” è dell’architetto Marco Casamonti.

Per il palazzo Vivarelli Colonna, attualmente sede dell’Assessorato alla cultura, invece la Cassa Depositi e Prestiti ha versato 12 milioni nelle casse comunali e ora è in trattativa con una società che sarebbe intenzionata a trasformarlo in un hotel di lusso. Venduto anche l’istituto Demidoff.

Tra gli edifici ancora in vendita spicca l’ex Tribunale in piazza S. Firenze (che vanta una superficie di 11 mila metri quadrati) ceduto alla Fondazione Franco Zeffirelli per 29 anni. Da qualche settimana è in vendita anche la Leopolda.

Fonte: ilfattoquotidiano.it